Search for content, post, videos

Easy resolutions for a Happy Life for this September

If September is for you the perfect time for good resolutions, this article is for you.

I’m not talking about big changes in life, but about those little things that can help us to make every day better. For me, September started at the speed of light and the purpose is exactly to keep some good habits I took during the summer. I’m sharing them in this article, because I hope they can be inspiring for you too.

Download the Interior+Design Trends 2019 Guide N/T

No spam guarantee.

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )

Se anche per te Settembre è un ottimo momento per intraprendere dei buoni propositi, questo articolo è per te.

Non parlo di grandi cambiamenti di vita, ma di piccole cose che possono aiutarci a rendere ogni giorno migliore.  Per me Settembre è ricominciato alla velocità della luce, come probabilmente anche per te…e il mio proposito è proprio quello di mantenere queste buone abitudini intraprese durante l’estate. Spero siano di ispirazione anche per te.


1 | Getting rid of useless objects and clothes

 

Point one: let’s start by making some good decluttering?

I already told you a lot about decluttering last year, when I made a total restyling of my living room. Since then, I became quite good in getting rid of useless objects at home.

What is still quite difficult for me, however, is to make a declutter of my wardrobe. While I dream of having a capsule outfit in white, black and neutral, with a few items to match in different ways, I cannot declutter my clothes. I am always afraid of getting rid of something that maybe one day I would wear – and that actually then I never use, since I always wear the same things.

 

My resolution no doubt is to declutter my closet for the new season: for sure I will go again to Mercatopoli.

 

Mercatopoli is the largest Italian chain of thrift stores.

Located in several places in my Country, at Mercatopoli you can sell any type of objects. You can also find on sale several interesting offers and, if you are a lover of vintage decor, finding some hidden gems too.

Selling at Mercatopoli : how it works

Selling at Mercatopoli is supereasy: you go in store and put on sale your decluttered stuff.

Objects must be in good conditions and clean. You can sell furniture, home accessories, clothes, books, jewels…really every kind of object. There are many shops around Italy so you can choose the Mercatopoli store which is closest to your home: just go in store and a salesgirl will assist you putting your object for sale.

The object will be then on sale for 60 days. After that time if unsold, you will decide whether to take your item home or to inform the store that it can give it to a charitable association for free (another good reason to choose Mercatopoli!). Don’t forget that, in case you change your mind, you may take your item back at any moment, even during the 60-days period. 

I already went to Mercatopoli last year, to sell the items that I removed during the restyling of my house, as I told you in this article. This year the challenge for me is to sell my clothes instead. I’ll tell you soon more about this!

START SELLING WITH MERCATOPOLI HERE !
 

Mercatopoli

 

1 | Fare spazio e liberarti degli oggetti e abiti che non usi più

 

Di decluttering ne ho già ampliamente parlato l’anno scorso, quando ho fatto un restyling radicale del soggiorno di casa. Da quel momento, sono diventata abbastanza brava ad eliminare e cerco di non accumulare nulla. 

Quello che ho sempre fatto molta fatica ad eliminare non sono però gli oggetti in casa, bensì i vestiti. Mentre sogno di avere un guardaroba in bianco, nero e neutri, con pochi capi da mettere a rotazione, in realtà non so eliminare. Ho sempre paura di privarmi di qualche cosa che magari un giorno userei e che inevitabilmente invece poi non uso mai, dato che indosso sempre le stesse cose.

Buon proposito è senza dubbio quello di fare decluttering del mio armadio: senza dubbio andrò ancora da Mercatopoli.

 

Mercatopoli è la catena di negozi dell’usato più grande d’Italia.

Si trova su tutto il territorio nazionale e puoi mettere in vendita qualsiasi tipologia di oggetti, a patto che sia in buono stato. Puoi anche acquistare qualsiasi tipo di oggetto e fare buoni affari cercando tra quello che le persone mettono in vendita. Se sei amante del vintage, poi, puoi trovare delle vere e proprie chicche per la casa.

Vendere con Mercatopoli: come funziona

Vendere con Mercatopoli è supersemplice: vai in negozio e metti in vendita i tuoi oggetti.

A patto che si tratti di oggetti puliti e in ottime condizioni. Puoi mettere in vendita qualsiasi tipo di oggetto, arredi, vestiti, accessori, libri, gioielli. Una volta scelto ciò che vuoi vendere, basta recarsti nel negozio Mercatopoli più vicino a casa tua e verrai assistito nella messa in vendita del tuo oggetto.  

L’oggetto verrà tenuto in esposizione per 60 giorni: passato questo periodo, in caso l’articolo sia rimasto invenduto, potrai decidere se portarlo a casa con te o se informare il negozio affinché venga donato in beneficienza (motivo in più per vendere con Mercatopoli). Inoltre, ricorda che, se cambi idea, puoi passare a ritirare il tuo articolo in qualunque momento anche durante i 60 giorni di esposizione. 

Io ero già stata a Mercatopoli l’anno scorso, proprio per mettere in vendita alcuni oggetti che avevo tolto durante il restyling di casa mia. Se ricordi, raccontavo tutto qui. Quest’anno la sfida è invece quella di mettere in vendita i vestiti che non uso più, dando loro una nuova vita. Mi piace l’idea che qualcuno possa trovare utile e bello qualcosa che altrimenti in casa mia resterebbe in armadio.

Ti racconto presto com’è andata la mia esperienza: nel frattempo puoi provare anche tu, condividendo la tua esperienza con hashtag #iovendoconMercatopoliperché 

 

VENDI ANCHE TU CON MERCATOPOLI QUI
 

Mercatopoli


 

2 | Complete that corner at home that is still unfinished

I’m sure that you have something half-finished, incomplete, to fix or to finish in your home. Come on, this is the best moment to mount that light bulb, to paint (or paint) that wall, to finish that room you never finished.

In my house, it’s my home office: I started a massive restyling before summer, but I left it incomplete. The first weekends of September will be the perfect time to go back to what you have done and to finish it.

|| Looking for more ideas to renovate home?

 

Paint colour palette in close-up by onair

 

2 | Finire quel lavoro in casa lasciato a metà

Sono sicura che in casa hai anche tu qualcosa di lasciato a metà, incompleto, da aggiustare o da finire. Forza, questo è il momento più adatto: monta quella lampadina, dipingi (o fai dipingere) quella parete, termina quella stanza che non hai mai concluso.

Nel mio caso si tratta dello studio, che ho completamente rinnovato prima dell’estate lasciando però delle parti incomplete. I primi weekend più freschi di Settembre saranno un ottimo momento per rimettere mano a quanto fatto e terminarlo.

|| Cercate delle idee per rinnovare casa?

 

 

3 | Take a moment for yourself

We are all overloaded with work and commitments, in one way or another. It is really important, however, to take out a little daily moment to slow down and to make an activity that makes us feel good.

Waking up early every morning to go walking, is a little habit that I started this summer (once back from Japan!),  which is really giving me lots of benefits. My resolution is to continue to continue in the future, even wiith the colder season. Actually, beyond helping to keep fit, I have found the greatest benefits on my mind because it helps me to start the day much more awake and positive.  They say that half an hour a day is the perfect time for a walk.

I love spending time outdoors, but if you prefer staying indoor, you can find some other activity like reading a good book every evening. The important thing is to find a moment for yourself, helping to free your mind.

Puglia

 

3 | Prenderti un momento per te

Siamo tutti sovraccarichi di lavoro e impegni, in un modo o nell’altro. E’ davvero importante però ritagliarsi un piccolo spazio quotidiano, in cui rallentare e fare un’attività che ci fa stare bene.

Se mi avessero detto, qualche tempo fa, che mi sarei svegliata presto tutte le mattine per andare a camminare, mi sarei messa a ridere. Invece è un’abitudine che ho intrapreso quest’estate (tornata dal Giappone!), che ho mantenuto durante tutta l’estate e che cercherò di continuare in futuro. Con il freddo sarà dura, ma ci proviamo. Dicono che mezz’ora al giorno sia il tempo ideale per una camminata per mantenersi in forma. In realtà al di là dell’aspetto fisico, io ho trovato i maggiori benefici a livello mentale perché mi aiuta ad iniziare la giornata molto più sveglia ed attiva. Si tratta poi di un momento che prendo solo per me e quindi molto prezioso.

Io amo stare all’aria aperta, ma se per te non è così puoi trovare qualche altra attività per dedicarti del tempo: anche solo leggere un bel libro ogni sera aiuta a liberare la mente.

 

Fuerteventura

 


4 | Less time on your smartphone

I left the most difficult point as the last one. But I swear to you that I did it and so you can!

Smartphones improved our lives and we cannot live now wihout them. That’s true. I do love technology too.

The problem is that I realized my eyes were always glued on that small phone screen, losing so many moments of life. Pay attention: as soon as you have three seconds free, maybe in a queue, in the car, on the couch, on the beach bed … you start with the scrolling on the phone. I actually measured this time – thanks to an app called Moment, which measures the time you spend on your phone. Panic moment: too much time, for someone like me who is always complaining that I don’t have time.

First thing I did was deleting the Facebook app, which was the really first one I used to scroll scrolling often unproductive, while I left Instagram and pinterest which I think are more inspiring and useful. Things improved a lot: try this and tell me how it goes!

4 | Usare meno lo smartphone 

Ho lasciato apposta per ultimo il punto più difficile. Ma ti giuro che io (almeno fino ad oggi) ce lho fatta!

Gli smartphone sono stati la svolta della vita e, diciamolo, ce l’hanno notevolmente migliorata. Io per prima adoro la tecnologia e non potrei farne a meno, sia dal punto di vista lavorativo che personale.

Il problema è che ad un certo punto mi sono resa conto che tenevo gli occhi sempre incollati su quel piccolo schermo, perdendomi tanti momenti della vita. Facci caso: non appena hai tre secondi liberi, che tu sia in coda, in auto, in divano, sul lettino al mare…inizi a fare scrolling sul telefono. Io questo tempo l’ho misurato grazie ad una app (si chiama Moment) che quantifica proprio il tempo che trascorri allo smartphone. Ed è stato il panico: troppo tempo, per una come me che si lamentava costantemente che il tempo non ce l’aveva mai.

Sono passata quindi ai metodi forti: ho eliminato la app di Facebook dal cellulare (prima fonte di scrolling spesso poco produttivo), il che è bastato a migliorare notevolmente la situazione. Non rinuncio invece ad Instagram e Pinterest, perché più utili per il mio lavoro. Ti invito a fare lo stesso, e a dirmi poi se ne trovi qualche beneficio 🙂

Last resolution:

Cover: Business concept – Top view notebook by Adha Ghazali