Search for content, post, videos

E-DESIGN | Italian restaurant design in Perth

Really, I don’t know where to start telling you about this project of an Italian restaurant design in Perth. The point is -it’s been such a long and important work for me!

It is not easy to complete an online interior design project, it is not easy to design it in two-especially when you are used to design alone. And the story I’m telling you about today is a story with an happy ending, something that makes me believe in the power of the net and in what I’m doing with this blog and with my latest job choices.

DOWNLOAD OUR FREE TREND GUIDE FOR 2019/2020
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Download our free TrendGuide for 2019/2020 and Join more than 5000 subscribers to our weekly newsletter with unreleased contents, updates and special discounts for our trend book and webinars!
We hate spam. Your email address will never be shared with anyone else.

I’d like first to start telling you about the clients: two families moving from Tuscany to Perth, changing their lives and asking us for an interior design advice for their brand new Italian restaurant. Then, about us, as I worked with my friend and fellow blogger Simona from Bagni dal Mondo and this project is the result of two different minds working together for the first time. But I’m sure she tells much better about this in her blog, so just have a peek here

Here, I’m telling you about the interior design process…from beginning to the end.

As I told you other times, as part of my architect job I offer online interior design services, for clients outside Italy as well. However, this is really the first time for me that I can see the result of a project physically located in the opposite side of the world!

.

ITA Vi dico la verità: non so da che parte iniziare nel raccontare questo progetto. Il fatto è che ora, vedendolo finito e guardando per la prima volta indietro nel complesso verso quanto fatto, ancora non mi sembra vero!

Progettare a distanza non è semplice. Progettare in due per la prima volta non lo è nemmeno. E invece qui vi parlo di un lieto fine, che mica è sempre detto che ce ne siano eh.

Forse per prima cosa è d’obbligo dirvi che la storia di questo progetto inizia l’anno scorso, con due famiglie toscane in partenza per una nuova vita dall’altra parte del mondo (Perth) che si sono affidate a noi per la progettazione del loro nuovo ristorante italiano. Con noi intendo la sottoscritta e Simona, amica e collega di Bagni dal mondo nonché contatto iniziale con i clienti: il tutto meriterebbe una digressione ma sono sicura che lei ve ne parlerà meglio nel suo post qui, di come è nata questa nostra collaborazione, della storia dei nostri committenti, e via dicendo.

Io invece oggi vi racconto e vi mostro il progetto e quello che ci sta dietro. Ho deciso di farlo partendo dall’inizio, per poi mostrarvi alla fine le foto del progetto finito.

Come vi ho già detto altre volte, mi occupo spesso di progettazione online a distanza, e con distanza vi parlo soprattutto di clienti esteri (motivo per il quale mi ostino a scrivere anche qui in inglese, almeno questo è stato il motivo iniziale eh). Certo non mi era mai capitato di pensare interamente a un progetto e vederlo realizzato dalla parte opposta del mondo: potere della rete!

.

DAVVERO! restaurant design | concept

First step of an interior design project: understanding clients’ needs, collecting ideas, creating a concept moodboard.

I must say we’ve been lucky to have from the very beginning a good feeling with our clients: they wanted us to give an original twist to the restaurant interiors and they trusted our suggestions.

The concept design is simple and it starts from the Italian aperitivo tradition, from Campari red and from olive green. From here, we developed all the corporate identity, from logo design to website design.

The interior design is easy and unformal, and it can be described as cozy, functional, Italian yet Australian. Since the beginning, we went for a neutral and white space, warmed up by whitened and raw wood with a rustic mood. This is more than a restaurant, and I’m telling you more about it below!

.

L’iter iniziale è quello classico: si parte dalle richieste dei committenti, si ricercano le idee, si crea una moodboard di progetto.

 Noi siamo state fortunate: i clienti si sono rivolti a noi proprio perché cercavano uno stile che desse una marcia in più al locale stesso, e sin da subito tra di noi c’è stata sintonia. E vi dico, ma già chi fa il mio stesso lavoro lo saprà, non è cosa scontata.

L’idea di progetto è semplice e nasce proprio da un imput datoci dai nostri clienti, che con Davvero! tra le varie cose intendevano far conoscere a Perth la tradizione dell’aperitivo italiano. Da qui, l’idea di identificare nel progetto di design i colori del rosso Campari e del verde oliva. Idea rimasta in tutto il progetto della corporate identity (ve l’ho detto che ci siamo occupate anche di questo. o no?)

Per gli interni, lo stile è stato pensato in base a questi aggettivi: accogliente, funzionale, italiano ma anche australiano. La scelta è andata fin da subito verso un ambiente a prevalenza di bianco e tinte neutre, scaldato da materiali come il legno grezzo e sbiancato che possano dare un tocco rustico agli interni. Inizialmente avevamo pensato anche qui a qualche elemento in rosso e verde, ma il progetto è stato ritarato in base alle esigenze dei clienti: infatti Davvero! non è solo un ristorante, e ve lo spiego qui sotto!

.

moodboard- italian-restaurant-design-

.

DAVVERO! restaurant design | layout

Second step of an interior design project: layout development.

Actually, this has been quite tricky as Davvero! is more than a restaurant. It offers breakfasts, lunches, dinners, happy hours, and it is also a retail shop of made in italy products. So, we had to optimize every corner of the interior space!

That’s why we designed a wooden openable wall cladding that would serve as storage. Over this, we designed some simple wooden frames with a white pinboard inside, where shelves can be moved and places according to the items.

We optimized tables as well: in the Australian tradition restaurants use to have big long tables where people enjoy lunch together, but with those long tables space would have lost in flexibility. So we designed many simple tables with a minimun width of 70cm to be composed together according to different functions.

As this would have been a retail space selling colourful articles, we decided to go for just white and neutrals without green and red!

.

ITA Lo studio del layout è andato di pari passo rispetto a quello dello stile degli interni. In pratica, un gioco di incastri!

Come vi dicevo, non si tratta semplicemente di un ristorante, ma la richiesta era quella di creare uno spazio multifunzionale in cui potessero convivere spazi per la colazione, per il pranzo, per l’happy hour e la cena, e una zona “vip” caratterizzata da arredi di tipo diverso (in Australia si usa avere un’area di questo tipo nei ristoranti, non lo sapevamo!). Infine, andavano pensati anche degli spazi contenitivi di retail, in quanto tra le idee dei committenti c’era anche quella di vendere prodotti e oggettistica made in italy esponendoli qui dentro.

Da qui, la scelta in corsa di definire un ambiente a colori neutri (bianco, legno e grigio), su cui avrebbero spiccato i colori degli oggetti messi in vendita.

E la scelta di sfruttare tutto il perimetro delle pareti con delle boiserie contenitive e un sistema espositivo modulare, idealmente composto da una serie di cornici, di veri e propri “quadri” su cui i clienti avrebbero potuto comporre mensole e quadri a piacere. Delle grandi pinboard a parete bucherellate e facilmente scombinabili. Le boiserie da un lato diventano panca, anch’essa contenitiva.

Anche per i tavoli sono stati fatti vari ragionamenti: dalla tradizione australiana arriva la necessità di avere dei tavoloni lunghi centrali, avrete presente anche voi in un po’ di immagini di ristoranti australiani (ve ne ho mostrati un po’ anch’io qui) che da loro si usa mangiare un po’ tutti insieme! Delle lunghe tavolate però sarebbero state difficilmente gestibili in uno spazio con tutte queste funzioni: da qui, la scelta di progettare dei moduli componibili liberamente con lato corto di 70 cm.

Anche l’idea delle grandi lavagne deriva dalla tradizione australiana di scrivere i menu del giorno bene in grande…e noi l’abbiamo ripresa anche per la piccola area retail dell’ingresso!

.

layout davvero-italian-restaurant-design layout

DAVVERO! restaurant design | interiors

From this second step, to the final images I’m showing you now, there are so many other intermediate steps…especially in an online interior design.

Drawings for the shopping center approvations, drawing for the furniture manufacturers…needless to say it’s not so easy to communicate from one side to the other, to choose materials, to check if everything is correct. Finally, we did it.

And when we received the final pictures, a few time ago, we really thought that Davvero! (Italian for “for real“) was really the perfect name for this project!

.

ITA Sì diciamo che dai disegni sopra a quello che vedrete qui sotto ne sono passate un bel po’ di altre questioni: dai disegni preparati per le pratiche del centro commerciale – per chi crede che gli australiani siano più easy di noi italiani, vi sbagliate di grosso!-, ai disegni dei vari arredi che andavano prodotti dall’altra parte del mondo. Io e la Simo ce lo ricordiamo bene, quel fascicolo preparato per “far capire” a loro – gli australiani, ovvero il contract, a chi realizza il progetto-  cosa stava nelle nostre teste. O quanto abbiamo rotto per quel pavimento, che sembra legno ma non è 😉

Si perché la piccola complicazione alla base di un progetto di interior design online seguito dall’inizio alla fine è quella di non poter parlare di persona con l’artigiano di turno, non puoi mica andare in cantiere e dire questo lo vorrei cosi e questo colà, e nemmeno in produzione a vedere che tipo di legno ti vanno ad usare per gli arredi. C’è stato un bel rimbalzare di campioni, di disegni spediti ricevuti e rispediti corretti, qui dietro…nel giro di qualche mese!

E infine ci sono state due famiglie che si sono fatte un mazzo tanto per seguire il cantiere e per allestire tutto e mettere in funzione questo nuovo ristorante italiano a Perth.

   Davvero! non poteva essere nome più adatto…

  …e quando finalmente abbiamo ricevuto le foto del locale finito, l’abbiamo pensato pure noi!

 

davvero-italian restaurant-interior design
davvero-italian restaurant-interior design
davvero-italian restaurant-interior design

davvero-italian restaurant-interior design

davvero-italian restaurant-design-Perth

davvero-italian restaurant-interior design (31)

davvero-italian restaurant-design-Perth

davvero-italian restaurant-interior design (43)

davvero-italian restaurant-interior design (38)davvero-italian restaurant-interior design (42)

davvero-italian restaurant-interior design (44)

davvero-italian restaurant-alfresco (26)
davvero-italian restaurant-alfresco (22)

PS: quand’è che ci invitate a Perth, eh..?

.

More about logo,corporate and website design here

Per saperne di più in merito al progetto di logo, di immagine grafica e del sito internet, vi invito a visitare il post di Simona:

“Di collaborazioni e progetti che nascono da un blog”

corporate-identity-design-restaurant

.

For online design services, including interior design, corporate and website design
contact us at:

info@italianbark.com
info@esidebathrooms.com

We’ll be happy to help you with your new restaurant, cafè, shop or whatever design !