Search for content, post, videos

MILAN DESIGN WEEK 2014 | Cos x Nendo installation at BreraDesignDistrict

Cos x nendo, nendo milan fuorisalone, cos nendo fuorisalone

IMG_9216

This is the strange story of a team of beautiful and ironed white shirts that, maybe because tired of being so candid, has started to march slowly, in silence, to be painted in different shades of gray… Just by dunking inside metal frames which contain a very special air, an air that darken them.
What a shame! Us, the human observer, with our intrusiveness have broken their neat march and yes they stopped, nevermind that some of them haven’t been able to be painted, others have just some dark pieces (with their immense regret), some of them maybe only a sleeve…This special moment is what’s on stage at COS x Nendo installation at BreraDesignDistrict.

Download our free Interior Trend Reports

and join more than 5000 subscribers to our newsletter: unreleased contents, free trend reports and special discounts for our trend book and webinars

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

*

Questa è la storia di tante belle e stirate camicie bianche che, forse stanche del loro essere così candide, si avviano piano piano, in silenzio, a farsi colorare in diverse sfumature di grigio, semplicemente immergendosi in alcune cornici metalliche che contengono un’aria speciale, che le rende scure.
Peccato che noi osservatori abbiamo interrotto con la nostra invadenza la loro ordinata fila ed ecco che si sono fermate, tanto che alcune nemmeno sono riuscite a farsi dipingere, altre sono sono scure a pezzi (con loro immenso rammarico), alcune solo su una piccola parte…
Questo è l’attimo speciale che va in scena nell’installazione COS x Nendo al BreraDesignDistrict.

IMG_9211

 

If you think that rationalism and playfulness are poles apart, I’m sure you will change your mind after having a look at Nendo’s works. It’s not easy to bring together simplicity and style with a playful concept idea (did you know that Nendo means ‘clay’ in Japanese?), as well as it’s not predicted to re-imagining everyday objects in simple yet surprising shapes.In fact, the concept idea of COS x Nendo starts from one of the simplest and purest clothing pieces, the white shirt, which is also a cornerstone of COS collections; the creative mind of the Japanese design firm have given this basic cloth a new life and a new story to tell, for those who believe in magic…

ita_ Se pensi che razionale e ludico siano due aggettivi antitetici, sono sicura che dando un’occhiata ai passati progetti di Nendo cambierai idea. Non è semplice mettere insieme semplicità e purezza con un concept giocoso (tra l’altro lo sapevi che Nendo in giapponese significa proprio ‘argilla’), così come non è nè semplice nè scontato re-immaginare oggetti di tutti i giorni in forme sempre sorprendenti.

Infatti, anche alla base dell’installazione COS+Nendo nel BreraDesignDistrict c’è proprio un capo di abbigliamento basico per autonomasia, la camicia bianca, che è anche una pietra miliare di tutta la collezione COS.

The white shirt becomes a canvas in the installation in all its simplicity and its contrast with the dark geometrical shades of the framed display, in many variations that emphasize the pureness of the clothing item. The result is a space where simple white shirts seem to tell us a fantasy story… maybe that’s true, every white shirt has its story to tell?PS: I suggest you to read Oki Sato interview on Cos website.
He loves animals (he wanted to become a pet show owner too when he was a child), he thinks that richness is about enjoying life and giving people a little smile, he finds inspirations in everyday life….nothing more in line with Italianbark phylosophy!

ita_ La camicia bianca infatti diventa come un quadro in questa installazione, in tutta la sua semplicità e nel suo forte contrasto con le scure forme geometriche delle cornici, in numerose variazioni che enfatizzano la purezza del capo d’abbigliamento. Il risultato è uno spazio magico, in cui delle semplicissime camicie bianche ci raccontano una storia…magari è vero, hanno davvero qualcosa da raccontarci?

PS: Vi suggerisco di dare un’occhiata all’intervista fatta ad Oki Sato nel sito di Cos.
Il designer ama gli animali (tant’è vero che da piccolo sognava di avere un negozio di animali tutto suo…), pensa che la vera ricchezza sia godersi la vita e donare un sorriso a chi ci circonda, e trova ispirazione nella vita di tutti i giorni…è così tanto in armonia con la filosofia di Italianbark!

.