Search for content, post, videos

INTERIOR TRENDS | The latest patterned tiles come from the past

latest-patterned-tiles-ragno-ceramiche-italianbark

Patterned tiles are one of the strongest trends in interiors at present.

Adding some pattern can bring in personality and add some softness even in the most impersonal space, like sometimes bathrooms and kitchens can be. That’s why everybody loves patterned tiles now. But do you know where the inspiration for the latest patterned tiles comes from?

From the past, of course. Mainly from the cement tiles and the majolica tiles.

But do you know what’s the difference between these two tiles? Let’s see together!

::

Il pattern è una delle tendenze del momento.

Aggiungere una nota di pattern ad un ambiente, grazie a delle piastrelle decorate, conferisce personalità e dona una nota di calore anche agli spazi più impersonali, come spesso ad esempio possono essere le cucine ed i bagni. Ecco perché ormai tutti amano le piastrelle di questo tipo. Ma l’ispirazione per le piastrelle del momento da dove arriva?

Dal passato, ovviamente. Da due filoni principali, quello delle cementine e delle maioliche.

Ma siete sicuri di conoscerne bene le differenze e la loro storia? Vediamo meglio insieme.


cement tiles vs majolica tiles


  • Cement Tiles

 

©Luca Patoli via Archilovers

The cement tiles were invented at the end of 19th century, as a consequence of the Portland cement invention.

As the name says, they are made of concrete and the color in the pattern comes from mineral pigments which are mixed into a mold. They were extremely popular in the Thirties (especially in Italy!), till around the 1950’s, when they lost importance as people preferred less colourful and less expensive floor finishes. At the beginning of this century the trend started slowly to come back, till rising very much in popularity in the last years.

The standard size was 20cm x 20cm and they have a matt finish.

|| Here you can find an interesting story of encaustic cement tiles

::

Le cementine sono state inventate alla fine dell’Ottocento, in seguito alla scoperta del cemento Portland.

Come dice il nome, sono fatte di un impasto di cemento e il loro colore deriva da quello dei pigmenti minerali mescolati nello stampo. Erano super popolari negli anni Trenta (soprattutto in Italia!), perché un pavimento più economico rispetto agli altri diffusi all’epoca (ad esempio, il terrazzo). Dagli anni ’50 hanno cominciato a scomparire, fino ad essere riscoperte in questo secolo e a diventare una vera e propria tendenza negli ultimi anni.

La dimensione standard era di 20cm x 20cm e hanno una finitura opaca.


  • Majolica tiles

 

Plaza Espana, Sevilla ©ITALIANBARK

The majolica tiles history goes much more back in time.

Majolica refers to a special ceramic in bright colours and glossy surfaces, and its name comes from the Maiòrica or Maiòrca isle, where it was first created: it is a low-fire ceramic earthenware which was covered with an opaque white glaze and decorated with colored pigments. Majolica became very popular during Renaissance in the Mediterranean area and different areas developed their own majolicas. For example, in Portugal they are called azulejos and they are mainly in white and blue, because of the wide import of Chinese ceramics during the XVII century.

Majolica tiles have tile with a brightly colored, glossy surface.

|| Here you can find the 10 things you did not know about azulejos tiles

::

La storia delle maioliche va molto più indietro nel tempo. 

Il termine Maiolica si riferisce ad una antica tecnica di lavorazione della ceramica ceramica: il nome deriva dall’isola di Maiòrica o Maiòrca, dove pare sia stata creata per la prima volta. La ceramica viene cotta a fuoco basso fuoco e ricoperta da una patina opaca bianca smaltata e decorata con pigmenti colorati. La Maiolica divenne molto popolare durante il Rinascimento nell’area mediterranea e le diverse regioni geografiche svilupparono nel tempo le proprie particolari maioliche, assorbendo influssi locali e avvenimenti storici. Ad esempio, in Portogallo si chiamano azulejos e sono prevalentemente in bianco e blu, a causa della vasta importazione di ceramica cinese avvenuta durante il XVII secolo. 
Le maioliche sono piastrelle con una superficie colorata e lucida.

Patterned Tiles today


Ottocento, Ragno

Today, these amazing patterned historical tiles are the inspiration for the trendiest ceramic tiles.

Thanks to the latest technologies in the ceramic and stoneware production (I will tell you more about this soon, because I recently visited one of the most important factories in this production), cement tiles and majolica discover a new -and definetely more afforable – life with the new tiling collections. They are back as one of the favorite flooring finish for home interiors.

In the last Cersaie there were some interesting new collections of tiles inspired by cement tiles and majolica by Ragno , an Italian brand focused in the tiles for residential spaces.

::

Oggi queste particolari piastrelle dal forte pattern grafico sono diventate ispirazione per le collezioni più attuali di piastrelle ceramiche.

Grazie alle tecnologie moderne di lavorazione della ceramica e del gres porcellanato (di cui vi racconterò presto di più, dato che ho da poco visitato una delle più importanti fabbriche di questo settore), cementine e maioliche trovano una nuova vita in materiali altamente performanti e decisamente più economici, tornando ad essere uno dei pavimenti e rivestimenti preferiti per gli ambienti della casa.

Allo scorso Cersaie sono state presentate alcune interessanti nuove collezioni di piastrelle ispirate a cementine e maioliche allo stand Ragno, punto di riferimento per chi cerca ispirazione per la casa.


OTTOCENTO

Ph Davide Buscaglia


The original size for cement tiles was 20×20 and Ottocento by Ragno is exactly in this size.

Their tumbled border and matt finish recall the vintage cement tiles and they are perfect to add a vintage touch also in contemporary spaces. They are available in 8 different decors so you can play by matching different decors on the same flooring, creating a beautiful patchwork effect.

::

La dimensione standard delle cementine è 20×20 ed è la stessa delle piastrelle Ottocento di Ragno

Il loro bordo burattato e la finitura opaca richiamano proprio le cementine di una volta e sono perfette per donare un tocco vintage anche agli ambienti più contemporanei. Sono disponibili in 8 differenti decori da combinare nello stesso pavimento in modo da formare un bellissimo effetto patchwork


Ph Davide Buscaglia


EDEN

Ph Davide Buscaglia


Eden is a reinterpretation of majolica with a new waxy effect, bright but at the same time soft to the touch.

The one-on-tone shade and the damaged edges reproduce the marks left by time and they are another good option to add personality, warmth and pattern into homes. At the beginning they were just available in the 7×28 cm size, now also in the hex format and patchwork decor matches.

::

Eden è una reinterpretazione della maiolica con un nuovo effetto cerato, che le rende brillanti ma allo stesso tempo vellutate al tatto.

Il tono su tono e i bordi rovinati raccontano il passare del tempo e sono anch’esse una piastrella perfetta per donare calore, aggiungere decoro e conferire personalità alla casa. Inizialmente erano disponibili solo nel formato a mattoncino 7×28 cm, oggi sono prodotte anche nell’attualissimo formato esagonale e nella variante decorativa a patchwork. 


Ph Davide Buscaglia

 


A_MANO


A_Mano is another interpretation of majolica.

Traditional patterns are transformed into really contemporary geometrical patterns, with a bright finish which refers to the majolica brightness.  The tiles are available in 12 different decors, 2 modular motifs in 3 colour variants, to give the maximum freedom of matches and combinations.

::

A_Mano è una diversa interpretazione della maiolica.

I pattern tradizionali vengono rivisti in chiave contemporanea e geometrica, con una finitura brillante che rievoca proprio la brillantezza dello smalto delle maioliche. Le piastrelle sono disponibili in 12 elementi decorativi e 2 motivi modulari declinati in 3 varianti colore, in modo da dare la massima libertà compositiva e di abbinamenti.


||| Read more here about the Tiles Trends 2018 from Cersaie