Search for content, post, videos

MILAN DESIGN WEEK 2017 | The Visit by Studiopepe.

the visit studiopepe, brera design apartment, studiopepe milan design week, fuorisalone 2017, italianbark interior design blog,

It has been an amazing week in Milan. Sunny and full of inspiration.

It has been a beautiful Design Week and I start with reporting something right from the historic heart of the city, the Brera Design District.

And I feel to start with the bright and colourful athmosphere of the Brera Design Apartment,  styled by Studiopepe for Milan Design week 2017 with The Visit project.

::

E’ stata una bella settimana a Milano. Intensa, ricca di ispirazione e di sole.

E’ stata una bella Design Week e comincio il mio racconto proprio dal cuore storico della città, dal Brera Design District, che ho imparato a conoscere bene nelle mie giornate al Fuorisalone.

E’ stata una settimana ricca di luce e di colore, con una Milano più accogliente di quanto mi ricordassi. Luce, colore e accoglienza: proprio le tre parole che ritrovo guardando le foto scattate al Brera Design Apartment, allestito da Studiopepe per l’occasione con il progetto The Visit.



the visit by studiopepe | milan design week 2017

The concept of The Visit started from the ritual and the idea behind the act of visiting. Studiopepe styled an amazing setting of an intimate apartment inside a typical Milanese flat of the early 1800’s. Traditional broad windows, stucco, herringbone parquet, are matched with a unique colourful styling that put together Italian and International design icons with new design and materials. I loved how the colour (which recalls Mondian and Bauhaus lines) and the furnishing elements coexist in a perfect dialogue in a styling that looks perfect in every corner.

Let’s have a look?

Il concept di The Visit nasce proprio dall’atto della visita in casa di qualcuno, che implica in sè l’atto dell’ospitare. Studiopepe ha ricreato la dimensione intima dell’ appartamento e della casa in un tipico condominio Milanese di inizio Ottocento, con un fantastico gioco di colori e forme, di richiami alla storia del Novecento, di design iconico e attuale.  Le ampie finestre, lo stucco, il pavimento a spina di pesce, si sposano alla perfezione con l’allestimento, studiatissimo in ogni singolo oggetto e dettaglio.

Diamo un’occhiata? 

.

the visit room 1



For the interior furnishing and styling, the first key role are of the masters of the past: big iconic names such as Gio Ponti as revised by Molteni&C, Vittoriano Vigano with Astep, Jean Prouvé with Vitra, Angelo Mangiarotti with Agapecasa, and Ettore Sottsass with Bitossi. Together, new designers and brands as Pietro Russo, Spotti edizioni, Menu, Lambert&Fils, L’Opificio, Shuji, Green Wise, just to name a few of them. You can find the full list here

Per l’allestimento sono stati scelti nomi d’eccezione della storia del design:  Gio Ponti rieditato da Molteni&C, Vittoriano Vigano con Astep, Jean Prouvé con Vitra, Angelo Mangiarotti con Agapecasa, ed Ettore Sottsass con Bitossi. Assieme a questi, nomi e brand contemporanei tra cui Pietro Russo, Spotti Edizioni, Menu, Lambert&Fils , Leftover, L’Opificio, Shuji, Green Wise, per citarne alcuni.  Trovate tutti i brand qui

.

the visit room 2



However in my opinion the main protagonist of the project is colour and how it has been added and used in the interior.

Hues include pink (a must of this Design Week), earthy tones (see the beautiful custom wall pattern in terracotta geometric tiles), petrol blue (loved the hallway in this shade!) and teal, but also bright colours such as yellow, orange, emerald green, referring to the Memphis movement.  You know that I’m a total white fun but this use of colour is too beautiful to be unnoticed!

Secondo me il protagonista del progetto resta comunque il colore e il modo in cui è stato utilizzato e inserito negli interni di The Visit.

Le tonalità includono il rosa (un vero must della Design Week, come già visto a Maison et Objet qui), tonalità terrose (bellissimo ad esempio il pattern a motivi geometrici in terracotta in sala da pranzo), blu petrolio (tutto il corridoio è in questo colore, con un effetto davvero scenografico e raffinato) e turchese scuro, ma anche colori più accesi come il giallo, l’arancio, il verde smeraldo, con riferimento diretto al movimento Memphis.  Un interno così rende piacevole il colore anche per un’amante del total white come me!

.

the visit other rooms



You can visit the apartment by appointment till the 10th May |  via Palermo, 1 – Milano

L’appartamento è visitabile solo per appuntamento fino al 10 Maggio | via Palermo, 1 – Milano


All images ©ITALIANBARK by Elisabetta Rizzato