Search for content, post, videos

UNUSUAL VENICE | My favourite places in the city

aperitivo venezia, italianbark interior design blog, calligaris, calligaris style your city, calligaris bianca, sedie bianche, venezia, venice best places


I’m really lucky, I live close to one of the most beautiful cities of the world. Many say that Venice is the most beautiful of all.

Maybe this is true. There aren’t cities in the world like Venice, I think every of the thousand times I go there. Beautiful as well as a difficult one, filled with tourists, which unfortunately often travel here without respect, it’s a colorful yet decadent city and I feel that it doesn’t receive the care that it deserve.

I had a strange relationship with Venice and it changed over the years: during college I hated it, I must confess this. It was a nightmare for me to do all that walk every day, holding huge drawings and models, perhaps under the fog and rain, I remember I used to arrive at class with hands and feet frozen in winter, exhaust by humidity at summer.

I started to appreciate Venice in later years: I feel it’s a little bit like when you spend too much time with someone, then you split up and meet just sometimes, it’s the time you really appreciate spending time together. Same thing with Venice and me: now I can just go there, even for a simple walk, every time I can.

#styleyourcity is the project by Calligaris where Italian and international bloggers shows their beloved places in their cities.

::

Ho la fortuna di vivere vicino a una delle più belle città al mondo. Tanti dicono che Venezia sia la città più bella in assoluto.

Probabilmente è vero. Non ci sono città al mondo come Venezia, lo penso ognuna delle mille volte in cui ci vado. Tanto bella quanto difficile: piena di turisti, che spesso purtroppo la calpestano senza rispetto, una città colorata ma decadente che non riceve la cura che si meriterebbe.

Il mio stesso rapporto con Venezia è stato conflittuale negli anni: durante l’università, quando ci stavo praticamente ogni giorno, l’ho odiata. Per tutta quella strada a piedi che mi dovevo fare con in mano enormi disegni e plastici, magari sotto la nebbia e la pioggia, arrivavo in aula con le mani e piedi congelati e il corpo intorpidito dall’umidità.

Ho iniziato ad apprezzare Venezia proprio negli anni successivi: un po’ come quando stai troppo tempo con qualcuno, te ne separi e le volte che lo rivedi sei felice. E ora appena posso ci vado, anche solo per una semplice passeggiata.

#styleyourcity è il progetto di Calligaris in cui blogger italiane ed internazionali rappresentano i luoghi del cuore delle loro città.


img_8217


For Venice and #styleyourcity I chose to represent my places of the heart in Venice but also this strange confrontational relationship between me and the city.

I brought with me two white chairs on a wooden structure, with organic and contemporary lines, in opposition with the city: Bahia and Basil. And I chose the Venice that I like most: that one in the hours of sunset, at summertime.

They stand out in a striking way with their white towards the colour of Venetian houses, or the exposed bricks coming out of the crumpled walls. And their contemporary lines stand against a city that seems to be perfectly still in time.

Venice is a city coloured in warm colours, those ones of tiles and bricks, of wood of briccole and piers. I love Venice during sunset because it dyes itself in gold and orange everywhere and I’m taking you virtually with me during this special time, offering you a spritz at sunset .

White and contemporary lines of Bahia and Basil counteract also with the old wood of the osterias, the “bacari”, those typical Venetian bars in old traditional style. Take note, in this post there are two places I recommend for a Venetian aperitivo 

::

Per Venezia e #styleyourcity io ho scelto proprio di rappresentare i miei luoghi di Venezia e il mio rapporto un po’ conflittuale con questa città.

Ho portato con me due sedute bianche su struttura in legno, dalle linee organiche e contemporanee, in contrasto con la città: Bahia e Basil. E ho scelto la Venezia che mi piace di più: quella nelle ore del tramonto d’estate.

In contrasto perché il bianco si contrappone al colore delle case di Venezia, anche solo con il mattone facciavista che esce dai muri sgualciti delle case. Venezia è una città che si posa sull’acqua tingendosi di colori caldi, di coppi e mattoni, del legno delle sue briccole e dei pontili. Venezia al tramonto d’estate si colora ovunque di arancione e oggi vi ci porto, offrendovi uno spritz virtuale all’ora dell’imbrunire.

Il bianco e le linee contemporanee di Bahia e Basil contrastano anche con il vecchio legno consumato dal tempo delle osterie, dei “bacari”, locali tipici veneziani in vecchio stile. Vi porto anche in due tra i miei bacari preferiti : segnateveli, sono a due passi da Rialto ma poco affollati, ve li consiglio per un aperitivo a Venezia


bahia, basil e i muri di venezia


muri-venezia-1

muri-venezia-2

muri-venezia-3

muri-venezia-4

img_8589-2


bahia, basil e l’acqua di venezia


img_8584

canal-grande2


bahia, basil e l’ aperitivo a Venezia


img_8193

img_8585

SPRITZ 1

L’Erbaria is located between Rialto Bridge and the Rialto fish market. Erbaria was once a place for the old vegetable market: today the warehouses are converted into bars and restaurants, with amazing views towards the Grand Canal

L’Erbaria si trova tra il Ponte di Rialto e il mercato del pesce di Rialto. Erbaria un tempo era lo spiazzo per l’antico mercato delle erbe, ovvero le verdure: oggi i magazzini abbandonati sono diventati bar e ristoranti, con una vista stupenda verso il Canal Grande

::

osteria

osteria2

campo

SPRITZ 2

Al Remer is a real gem in Venice, it’s a place really hard to find even if very close to Rialto. In fact it hides behind a narrow street, which leads to a small square overlooking the Grand Canal, where once they produced the gondolas oars. Hence the name of this place fascinating: I recommend a spritz here at sunset time!

Al Remer è una vera chicca di Venezia, e senza indicazioni da chi ci è già stato davvero difficile da scovare. Infatti si nasconde a pochi passi da Rialto ma attraverso una strettissima calle, che porta a una piazzetta affacciata sul Canal Grande dove un tempo si fabbricavano i remi per le gondole. Da qui il nome di questo affascinante locale: vi consiglio uno spritz qui all’ora dell’imbrunire!


bahia, basil e il tramonto di venezia


 

osteria3
ultima

io

All images Elisabetta Rizzato ©italianbark